Concetta M.

La mia triste storia è cominciata con la malattia e poi la morte di mio marito. Lui era un bancario e devo dire che con i due stipendi si poteva fare una vita alquanto dignitosa. Nove anni fa la mia vita è cambiata: mio marito è deceduto ed avevo due figli ancora a casa. Il grande aveva allora 29 anni si sposò quindi dovetti anche affrontare il matrimonio poi da allora il secondo dei miei figli aveva una sub agenzia il cui agente generale era - ed è stato fino a due anni fa - altro che usuraio. Tornando alla mia storia, rimasta sola e con un solo reddito ed una pensione di reversibilità irrisoria, ho fatto un mutuo che pagavo con la pensione. Siccome siamo brava gente e le tasse le paghiamo, nel 2010 ho versato  le tasse a trattenuta sulla pensione e nessuno mi avvertiva che nel frattempo le rate di mutuo non venivano pagate dalla banca. Ho dovuto fare un prestito per sanare la situazione. Ora a 62 anni mi ritrovo con l'iscrizione in Crif come cattiva pagatrice; non ho ritardi nei pagamenti ma purtroppo mi serve un prestito anche con cambiali e nessuno lo concede. Nel frattempo il mio posto di lavoro è diventato partime, e questo significa meno risorse. Non so proprio come fare...

 

 

Commenta la notizia

basta potere alle banche

Dobbiamo raccogliere e fare una petizione contro il potere bancario e delle loro lobby . .........

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy