Vent’anni fa non versò i contributi. Oggi Equitalia le pignora pensione e Tfr

Stai per andare in pensione e non vedi l’ora di poterti godere il “prodotto” di tanta fatica? Non cantare vittoria troppo presto, perché potresti ritrovarti nella stessa situazione di una 64enne di Rimini. La donna, che risiede a Riccione, un mese fa si apprestava a concludere il suo quarantennale percorso professionale, quando ha avuto un'amara sorpresa.
 
«Equitalia vuol prendersi il mio Trattamento di Fine Rapporto e anche un quinto della mia agognata pensione per un debito “dimenticato”, anche dal Fisco, risalente a una ventina di anni fa». Così la contribuente, per cui è stata una doccia fredda scoprire che, all’origine di tutto, c’è un pignoramento presso terzi chiesto dall’Agenzia di Riscossione.
 
Negli anni Novanta la donna aveva dovuto, a malincuore, chiudere la sua fabbrica di tomaie a seguito del fallimento del committente “esclusivo”, il calzaturificio Bologna. Perciò non aveva potuto versare i 53.000 euro di contributi destinati ai propri dipendenti. Tuttavia non si era arresa alle avversità ed era andata a lavorare da Valleverde.  Purtroppo però, il passato le ha presentato il conto...
 

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy