Quando una cartella esattoriale accorcia la vita

«Buongiorno, purtroppo è successo anche a me, a fronte di un debito di circa 200.000 euro Equitalia mi ha mandato una cartella di oltre 700.000 euro, mi hanno pignorato la casa, i mobili e la vita.
Io non ho il coraggio di suicidarmi, vorrei riuscire a ricominciare, ma queste cose ti ammazzano comunque perché c'è andata di mezzo la salute, sono stato operato quattro volte, ho fatto due infarti e adesso m'è venuta l'artrite reumatoide (se non ti suicidi tu, ci pensano loro). Ho 59 anni, pochissimo lavoro e vivo alla giornata quando posso. Grazie Equitalia per avermi rovinato la vita!».
 
(Testimonianza di Massimo Galimberti. Fonte: Beppe Grillo)
 
 

Seguici su

   

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy