Emergenza casa, l’allarme degli addetti ai lavori: “giù le mani dal mattone”

Bene rifugio. Così le generazioni precedenti consideravano la casa. La crisi economica ha però spazzato via molte delle certezze degli italiani, comprese quelle immobiliari. Così, negli ultimi anni il mercato ha subito una vera e propria emorragia. Di questo e delle possibili “cure” si parlerà il 26 febbraio a Roma. “Giù le mani dal mattone” è il nome dell’iniziativa a cui parteciperanno addetti ai lavori, istituzioni e associazioni dei consumatori.  A moderare il dibattito Andrea Pancani (vice direttore Tg La7).
 
Mercato immobiliare in rosso, alcuni dati
A fronte del dimezzamento delle compravendite, la tassazione è praticamente triplicata (9,5 miliardi nel 2011, 30 tre anni più tardi). Nel frattempo, il valore del patrimonio immobiliare è drasticamente calato(- 2000 miliardi), e dal 2008 è andato perso quasi un milione di posti di lavoro.
«L’unica soluzione trovata dai Governi per sostenere la spesa pubblica, è stata quella di usare la casa come un bancomat e scoraggiare sia gli investitori che coloro i quali vedono nell’acquisto dell’immobile il traguardo di una vita. La miopia di chi ci amministra è stata disarmante». Così Paolo Righi (presidente nazionale Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali). 
L’appuntamento è quindi domani alle 14,30 presso l’Auditorium di Viale Manzoni. 
 

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy