Contro l’usura bancaria non resta che la rivolta del correntista

«Un giorno ti svegli e non hai più niente. Disperazione e notti insonni, non ti rimane altro, nemmeno l’età per ricominciare. Ti prendono tutto, anche quello che in realtà non gli è dovuto. Molte persone credono di essere debitrici nei confronti delle banche mentre in realtà sono creditrici, mi auguro che questo libro possa aiutarle ad avere giustizia». Rabbia, voglia di rivalsa e speranza. È un misto di tutto questo che emerge da queste poche righe de La rivolta del correntista, in cui l’imprenditore padovano ha raccontato la sua guerra ormai decennale contro gli illeciti bancari. Una testimonianza di forza e coraggio che può essere da stimolo a molti altri.

 
 
 
 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy